Packaging

  • Buongiorno a tutti, il design, come saprete, ha svariati settori di applicazione. Nelle università addette o negli istituti tecnici, infatti, esistono diversi indirizzi. I più conosciuti sono il design per il prodotto, l’exhibition design, design applicato agli allestimenti, l’interior design, per l’arredo d’interni, il web design e il design grafico ma ne esistono ancora molti altri.

Ad emergere, negli ultimi anni, è in particolare uno di questi nuovi settori, oltre al food design a cui è strettamente legato, il packaging. Per packaging intendiamo l’imballaggio, la confezione di un oggetto, che, ai nostri giorni, non è più una semplice custodia ma il frutto di uno studio accurato. Si potrebbe definire come il connubio tra architettura e grafica. Del resto nella società consumistica in cui viviamo è sempre più difficile far spiccare un prodotto, renderlo di maggiore interesse rispetto agli altri a lui simili. Non serve più solo un elemento che conservi il contenuto, serve un oggetto con valore estetico, con lo scopo di suggerire determinate caratteristiche di qualità e di miglioramento del prodotto.

ll packaging è materia complessa quanto stimolante perché richiede lo sviluppo di prodotti belli, utili ed originali al costo più basso possibile, essendo oggetti di scarto. Proprio questa creatività affascina sempre più consumatori e addetti del campo. Esiste addirittura un Oscar dell’imballaggio e un istituto, a Milano, che ne cura lo sviluppo: l’Istituto Italiano Imballaggio.

Anche questo settore del design, negli ultimi anni, strizza l’occhio all’ecosostenibilità. Nel mondo diverse aziende sono sensibili al problema. In questa direzione, ad esempio, si è mossa la Coca Cola che ha sostituito gli ingombranti fusti per i distributori alla spina con un concentrato del prodotto in piccole buste. Un packaging ridotto porta benefici all’ambiente perché, consentendo il trasporto di un quantitativo maggiore di prodotti contemporaneamente, riduce i trasporti e le relative emissioni di CO2.
Oltre all’ambiente, l’utilizzo del packaging ecologico può portare dei vantaggi alle aziende e ai consumatori:
– Risparmio sui costi del packaging (materiale riciclato, dimensioni ridotte, risparmio carta) che potrebbe incidere positivamente sui prezzi per i clienti;
– Benefici di immagine tra i consumatori per l’aver adottato una filosofia verde;
– Diversificazione rispetto alla concorrenza.

Insomma è sempre più ardua l’opera dei designer di oggi che si muovono tra funzionalità ed estetica, tra grafica e creatività mantenendo salda l’attenzione per il mercato e per l’ambiente!

Vi lascio con un’ultima carrellata di progetti divertenti ed innovativi…come si può non comprare questi prodotti?

Laura

Potrebbe interessarti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>