Illuminazione made in Italy.

Illuminare con gli apparecchi giusti, in modo idoneo, è fondamentale per ottenere la resa desiderata, in qualsiasi tipo di progetto. Con l’illuminazione si possono evidenziare alcuni elementi importanti, si possono disegnare forme o rendere emozionali degli spazi ma allo stesso tempo si può abbagliare il fruitore, si può affaticare la vista, si possono mettere in ombra dettagli preziosi…insomma è un’arma a doppio taglio da non sottovalutare!

Per illuminare al meglio vorrei consigliarvi alcuni prodotti di tre ditte in particolare, ovviamente italianissime perchè, come avrete capito, amo elogiare, dove possibile, le eccellenze italiane. Al di là delle mode del momento credo, infatti, che esistano in Italia realtà di cui essere fieri, imprese che combattono con crisi e burocrazia e nonostante tutto mandano avanti questo Stato “disastrato”; vanno premiate!

– Platek è una ditta di Brescia che produce esclusivamente illuminazione per esterni.

Forte dell’appartenenza al Gruppo Donati, Platek Light sfrutta il know how della casa madre MetalPres, azienda specializzata nella pressofusione in alluminio e fornitore diretto degli stampi, insomma è tutto fatto in casa!

Di questa ditta voglio segnalarvi due serie di prodotti, tecnici e di elevate prestazioni: i proiettori Spring e la serie Moon.

Proiettori: SPRING, designer OLLE LUNDBERG.

Sono oggetti ben fatti e con garanzie pluriennali. Il corpo e la flangia di chiusura sono in pressofusione di alluminio verniciato e resistente alla corrosione. La protezione ha trattamento di iridite. Lo schermo in vetro temprato piano extra-chiaro ha spessore di 5 mm. Di questi modelli troverete vari colori e varie potenze.

Da parete: MOON, designer OLLE LUNDBERG.

Questo apparecchio, disponibile per fissaggio in orizzontale o verticale, ha un corpo realizzato in estruso di alluminio verniciato e resistente alla corrosione. Le sorgenti luminose a LED sono integrate nel corpo in alluminio per evitare gli atti vandalici. Semplice nel design e innovativo nella tecnologia è ottimo per le facciate. La resa è di grande effetto!

– Davide Groppi è una ditta di Piacenza molto attenta al design.

I prodotti Groppi sono l’ideale per gli arredi decorativi da interni. Può essere considerata una giusta alternativa alla più famosa Viabizzuno.

Di seguito i miei apparecchi preferiti.

Da sospensione: lampade MISS, designer OMAR CARRAGLIA, 2006.

Questa lampada, disponibile anche da terra, è semplice ma di impatto. La struttura è in metallo, disponibile in finitura bianco opaco o nero opaco. All’interno un LED da 5 Watt, temperatura colore 3000 °K. Bella, vero?

 

Da terra: SAMPEI, designer ENZO CALABRESE – DAVIDE GROPPI, 2011.

Questa lampada è originale e divertente. Disponibile in varie altezze, da 2.3 m a 4.4 m. La struttura è in metallo-fibra di vetro, disponibile in finitura bianco opaco o nero opaco. La lampadina alogena può essere da 50 o 60 Watt. La consoglio a chi ha ampi soggiorni o open space.

 

Da esterni: LENTA, designer BESTETTI ASSOCIATI – DAVIDE GROPPI, 2011.

Ottima per chi vive gli spazi aperti, compatta e giovanile. Potete portarla alle feste in spiaggia o alle grigliate in giardino. La struttura è in metallo, metacrilato e policarbonato. Finitura bianco opaco. Lampadina da 11 Watt non dimmerabile.

 

– Luceplan è una ditta caratterizzata dal design ricercato.

Luceplan nasce nel 1978 dall’idea di tre architetti, Riccardo Sarfatti, Paolo Rizzatto e Sandra Severi, con l’obiettivo di consolidare l’esperienza maturata negli anni di collaborazione con Gino Sarfatti, fondatore di Arteluce, sperimentatore e grande innovatore del settore dell’illuminazione.

Ecco le lampade che vi consiglio.

Da tavolo: CURL, designer Bergne e Sebastian, 2012.

Curl, originale e multifunzionale, integra uno speciale modulo LED che consente di variare la temperatura della luce bianca, da 2400 a 3500 gradi Kelvin, con la semplice rotazione dell’elemento diffusore. L’interruttore svolge anche funzione di dimmer. Si regola, insomma, sia la quantità di luce sia il colore. Può essere sistemata verticalmente, come in foto, o orizzontalmente.

Da terra: HOPE, disponibile anche in modelli da sospensione o parete, designer Gomez Paz, Francisco Rizzatto, Paolo, 2010.

I suoi “petali” in policarbonato sono, in realtà, lenti Fresnel piane, dotate di eccellenti proprietà riflettenti e rifrattive, in grado di amplificarne il suggestivo effetto luminoso e ridurne il consumo energetico.
Frutto di un brillante processo progettuale e produttivo è predisposta per accogliere ogni tipo di fonte luminosa: alogene di nuova generazione, fluorescenti a risparmio energetico.

Da parete o sospensione: SYNAPSE, Gomez Paz, Francisco, 2012.

Il sistema Synapse si basa sulla ripetizione di un modulo trilobato, composto da gusci in policarbonato e sorgenti LED RGB, che consente di creare superfici luminose colorate. La totale flessibilità del sistema apre a nuove possibilità espressive, lasciando all’utente la possibilità di comporre molteplici configurazioni. Lo trovo geniale!

 

Per info, prezzi, ordini o consigli contattatemi qui sul blog o per mail.

Ciaoooo!

Laura

Potrebbe interessarti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>