Kartell, azienda di design dal 1949.

Ciao a tutti! Oggi voglio parlarvi di una delle mie ditte preferite: Kartell.

Vedremo insieme la sua storia, i prodotti di maggior successo, gli eventi che propone e le ultime novità sul mercato.

Kartell è una delle principali interpreti del design industriale nel panorama delle aziende italiane e internazionali. Il marchio Kartell è stato fondato dall’ing. chimico Giulio Castelli nel ’49, con l’intento di produrre oggetti che avessero caratteristiche innovative, realizzati applicando le nuove tecnologie produttive. I punti di forza di Kartell furono da sempre il design e la ricerca tecnologica, essenziale per affrontare la lavorazione delle materie plastiche.

Il primo prodotto è il “made in Kartell” lanciato nel 1950, si tratta di un portasci disegnato da Carlo Barassi e Roberto Menghi e realizzato in collaborazione con Pirelli.

Con la ditta hanno lavorato tutti i più grandi designer!

Uno dei prodotti più famosi e più venduti è di certo la splendida seduta Louis Ghost ideata da Philippe Starck. Si tratta di una poltroncina in policarbonato, comoda ed ironica, resistente ed impilabile. In questo progetto si amalgamano un accennato stile barocco e uno tra i più moderni materiali. La seduta è disponibile in vari colori trasparenti o nella finitura opaca. Larghezza: 54 cm. Altezza: 94 cm. Profondità: 55 cm. Alt. seduta: 47 cm.

Per festeggiare il decimo anniversario la ditta ha organizzato il concorso fotografico “LOUIS GHOST & ME”. Partecipare è facile, basta fotografare la sedia Louis Ghost più vicina a te, da quella di casa tua, a quella del tuo ristorante preferito, dal negozio al teatro. La foto va poi trasformata in una cartolina. Tra tutte le immagini caricate verranno selezionati le 3 postcard migliori che vinceranno una sedia “Louis Ghost – Special Edition 10th Anniversary” autografata da Philippe Starck. Il concorso durerà dal 15 ottobre 2012 al 28 febbraio 2013 e i vincitori verranno annunciati entro il 15 marzo 2013!

Ecco altre bellissime sedute di questa ditta. La Super Impossible e la Masters. La prima è l’evoluzione della classica seduta a uovo. La finitura a colore pieno dona a Super Impossible un look “glossy”, sensuale e di forte impatto, in versione monocolore nero lucido, oppure nell’elegante bicolore optical, con scocca superiore bianca e scocca inferiore e gambe nere. La seconda, invece, è un acuto omaggio a tre sedie-simbolo, rilette e reinterpretate dal genio creativo di Starck. La “Serie 7” di Arne Jacobsen, la “Tulip Armchair” di Eero Saarinen e la “Eiffel Chair” di Charles Eames intrecciano le inconfondibili silhouette in un ibrido sinuoso, per dare vita a una fusione di stili originale. Sorretta da quattro fusti sottili, la seduta di Masters è ampia e comoda.

Per gli esterni vi consiglio, invece, la Magic Hole, realizzata con stampaggio rotazionale. Le superfici pulite e lineari terminano con un’inaspettata curvatura colorata sui braccioli, la resa è accattivante! Larghezza: 68 cm. Altezza: 73 cm. Profondità: 63 cm. Altezza seduta: 44 cm.

Innovative ed ironiche anche le lampade, dalle più conosciute Bourgie di Ferruccio Laviani, sotto in rosa, o la gettonatissima FL/Y, sempre Laviani, all’ultima arrivata Taj. Taj, pur essendo una lampada da tavolo, vuole uscire dallo stereotipo che necessariamente la vuole articolata, snodata, meccanizzata, per trovare una forma semplice. Bella da accesa come da spenta, Taj sfrutta la tecnologia LED per ottimizzare e minimizzare il più possibile la sorgente luminosa e allo stesso tempo essere un nuovo step nella sfida tecnologica aziendale realizzando un oggetto dal know-how unico. Larghezza: 15 cm. Profondità: 61 cm. Altezza: 58 cm.

 

Anche gli altri complementi d’arredo sono giovani, ironici, colorati, insomma da non perdere…ecco una veloce carrellata!

 

Ci sarebbe ancora molto da dire, lo faremo nei prossimi articoli.

Per informazioni tecniche sui prodotti, indirizzi dei migliori rivenditori, prezzi, sconti e prossimi eventi pubblicitari…contattatemi!

A presto!

Laura

Potrebbe interessarti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>