Madrid, scintillante Natale in tempo di crisi.

Impazzano in questi giorni le foto delle Capitali Europee “vestite” a festa per il Natale 2012. Anche i siti di viaggio sono pieni di proposte interessanti. Le capitali più gettonate: Londra, Parigi, Amsterdam e Berlino. Noi amanti del design non possiamo che aggiungere all’elenco, tra le altre, la splendida Madrid che quest’anno stupisce con la sua luminaria allegra e “riciclata”.

Voglio citare questo progetto perché è di un architetto italiano Teresa Sapey, nata a Cuneo, laureata al Politecnico di Torino, specializzata a Parigi e residente a Madrid dal 1990. Ancora una volta vince l’estro italiano (anche se costretto all’espatrio!) e la resa finale è spettacolare.

Voglio citarlo anche perché è un progetto che appare splendido in tempo di crisi. Come si fa? Il progetto fa tornare in vita le creazioni della designer e architetta italiana di qualche anno prima, già utilizzate anche a Madrid nel 2010 e 2011, insieme alle opere di altri artisti e architetti. Si tratta del classico “reinventare” in periodi difficili. La Sapey a tal proposito dice: “Ho montato i cerchi cangianti in nuove composizioni, in modo che raccontassero una storia inedita, che evocassero nuove emozioni”. La recessione, che in Spagna non dà tregua, non è per la Sapey motivo per rinunciare alla sua filosofia di “architettura emozionale” e al giusto clima di festa…ci sembra giusto!

 

Si tratta di luminarie circolari composte da LED multicolore, come grandi occhi sulla città. Le lampadine LED sono state scelte poiché richiedono una potenza quattro volte minore di quella tradizionale, non emettono energia ultravioletta e possono arrivare a una vita di oltre 20 mila ore.

Per le forme, invece, Teresa si è ispirata alle opere della pittrice ucraina Delaunay. Così parla di questa scelta: “Per le luminarie di Serrano mi sono ispirata a Sonia Delaunay. Pochi sanno che cominciò il suo lavoro da artista a Madrid, in un piccolo negozio in calle Barquillo”. Madrid rimane il filo rosso.

Insomma, anche se non proprio nuove, queste luci ci piacciano e ci sembrano una buona risposta alla crisi che incombe.

Di certo l’atmosfera natalizia non manca! Che ne dite?

Laura

 

Potrebbe interessarti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>